Tag Archives: ecodesign
Immagine

A scuola di metalli battuti. Parola di Bianca Carestia

10 Giu

Per la rubrica “Parola di Artigiano”  questo venerdi ho avuto il piacere di intervistare Bianca Carestia ideatrice della sua linea di gioielli made in Italy  The Sweet Leaf Creations  dove lavora in maniera eccelsa i metalli semplicemente battendoli e piegandoli, dando vita cosi a creazioni originali e particolari.

Buona lettura!

G – Chi è Bianca Carestia?

B – E’ sempre difficile definire se stessi ma posso provare a raccontare qualcosa di me…
Da sempre fin da piccola ho amato disegnare, il mondo dell’arte e la creatività in generale.
Il mio percorso di studi mi ha permesso di assecondare queste mie inclinazioni:
ho conseguito il diploma artistico e già da quel momento ho iniziato ad interessarmi all’arte orafa ma poi come spesso capita (diciamo anche per questioni logistiche) ho deciso di studiare grafica pubblicitaria, cosa che mi ha dato modo di avere diverse esperienze lavorative nell’ambito della moda come graphic designer.
Rimasta senza lavoro, come tanti a causa della famigerata crisi ho colto l’opportunità ed ho deciso di tornare a coltivare le mie passioni, frequentando un corso di arte orafa che mi ha permesso di apprendere nozioni e tecniche per realizzare quello che faccio attualmente.

DSCN3484

Bianca Carestia nel suo laboratorio a Pescara.

G – Perché ha scelto di lavorare i metalli?

B – Il metallo é un materiale che mi ha sempre affascinato, mi permette di realizzare oggetti ricercati e duraturi nel tempo.

G – Ci può descrivere l’arte dell’orafo?

B – Lavorare metalli nobili e pietre preziose é un arte dalle origini antiche che richiede dedizione e passione.
Le tecniche di maggior pregio sono quasi esclusivamente manuali e si avvalgono di attrezzi ed utensili altamente specializzati derivati da quelli comunemente usati nella tecnologia meccanica, é una cosa abbastanza complessa.
Per quanto riguarda le creazioni che realizzo attualmente non penso sia corretto parlare di arte orafa in quanto io utilizzo solo alcune delle tecniche messe in opera dall’orafo, mi definirei semplicemente un’artigiana che lavora il metallo.

G – Quale tecnica viene usata in particolare che rende la linea The Sweet Leaf Creations  riconoscibile a tutti? Che tipi di materiali vengono utilizzati e che caratteristiche hanno?

B -Per realizzare le mie creazioni traggo principalmente ispirazione dalle forme della natura.
La spirale ad esempio che in natura é presente ovunque, si ritrova quasi sempre negli oggetti che realizzo ed é spesso la forma dalla quale parto.
Ogni gioiello è pensato, creato e realizzato a mano con molto amore e  dedizione, ognuno é diverso dall’altro e questo li rende speciali.
Per quanto riguarda i materiali, utilizzo pietre naturali, talvolta ceramica e vetro, filo e metalli quali: l’ottone, il rame, l’acciaio inox, l’alluminio ed occasionalmente l’argento.
Le mie creazioni sono tutte realizzate con intrecci di filo metallico e prive di saldature.

DSCN3504

I materiali

 

DSCN3510

DSCN3499

Fase di lavorazione dei metalli

G – Come si progetta un lavoro e, da dove si inizia?

B – Solitamente disegno una bozza, un piccolo progetto, poi scelgo i materiali per la realizzazione e mi metto all’opera.

G – Quanto tempo c’è dietro ad una creazione mediamente?

B – Mediamente non saprei dirlo…dipende dalla complessità dell’oggetto, dalla difficoltà di realizzazione ed a volte anche dalla mia vena artistica 😉 per ogni cosa é diverso, per alcuni oggetti impiego qualche ora per altri non mi basta un giorno.

G – Qual è la lavorazione più richiesta?

B – Gli articoli che generalmente vendo di più sono gli orecchini.
Per quanto riguarda la lavorazione ho constatato che il metallo battuto piace molto.

G – In questo momento un po’ particolare che difficoltà incontra un’artigiana come lei?

B– Bisogna dire che la situazione economica generale non aiuta, rendere più concreta un attività come la mia investendo e magari aprendo una vera e propria bottega artigiana (un luogo fisico per intenderci) dove realizzare e vendere i propri lavori affrontando i costi che ne conseguono risulta abbastanza complicato.

DSCN3495DSCN3490DSCN3488

G – Crede che l’Italia sia ancora il posto ideale per questo tipo di lavoro?

B- Non credo che l’Italia sotto questo aspetto sia molto diversa dal resto d’Europa, penso che la cosa importante sia inserirsi nei contesti giusti.

G – Come reagiscono le persone?

B – Le persone che comprendono il valore di un oggetto unico e realizzato a mano reagiscono positivamente, anche quando non acquistano fanno commenti e si incuriosiscono su come vengono realizzate le mie creazioni.
Atre purtroppo abituate alla grande distribuzione stentano ad apprezzare oggetti di questo tipo.
G – Ha in qualche modo portato la sua attività on line? E che tipo di risposta ha avuto?

B– Da qualche tempo ho aperto una pagina Facebook http://www.facebook.com/thesweetleafcreations per far conoscere le mie creazioni e per interagire con altri artigiani come me.
Ho ricevuto molti apprezzamenti positivi ed anche qualche richiesta di lavori su commissione.
In questi giorni sto aprendo uno shop su Dawanda thesweetleaf.dawanda.com dove presto saranno in vendita le mie creazioni…staremo a vedere, io sono positiva! 🙂

13131229_970201586399294_7659429042276966392_o

Lavoro GHIRIGORO su commissione

13131428_970201683065951_3539632807471636598_o

Ciondolo GHIRIGORO su commissione

Se volete seguire Bianca Carestia potete farlo sulla pagina FB

https://www.facebook.com/thesweetleafcreations/?fref=ts

 

Se volete collaborare con il blog e raccontare la vostra attività potete contattarmi sulla pagina fb:

https://www.facebook.com/pages/Ghirigoro-BLOG-Il-Made-In-Italy-è-di-Moda/779422408810547?fref=ts

Oppure alle mail:

ghirigoro17@gmail.com – giovanna.bronico@libero.it

Se volete seguire Ghirigoro e acquistare contattatemi qui:

https://www.facebook.com/madeinitaly017

Giovanna Bronico – Autrice Blog

http://www.giovannabronico.com/

 

Annunci
Immagine

Stay Woolish…Stay LEFRAC. Vi racconto la storia di Lidia e dei suoi accessori.

19 Apr

Ogni volta che una bella storia intreccia la mia strada provo sempre una grande emozione, molto di più se sono storie di donne imprenditrici e sopratutto di Mamme che hanno saputo reinventarsi dopo la maternità.
Perché chi lo dice che una mamma alle prese con pappe pannolini e lavatrici non può più lavorare? Una bella testimonianza è quella di Lidia Giuliani, che dalla maternità ne ha fatto un punto di forza e non di demerito, decidendo di intraprendere la vita di imprenditrice, mettendo su delle collezioni di borse e accessori in feltro e chiamando il progetto LEFRAC,  l’insieme delle iniziali dei suoi gioielli Leonardo, Francesca e Claudia. Abruzzese di origine, dopo essersi laureata a Bologna in Lingue e Letterature straniere comincia a lavorare nel settore dei servizi, da li a poco tempo trova l’amore, si sposa e mette su famiglia. Diventa mamma nel giro di poco tempo di tre splendidi bambini, che le riempiono la vita di esperienze e gioie meravigliose ma allo stesso tempo le fanno prendere la decisione di ritirarsi dal mondo lavorativo perché diventare madre richiede tante energie, tempo, forza e pazienza.

Schermata 2016-04-19 alle 14.55.36

Lidia Giuliani – LEFRAC

DSCF5842 13.24.27

I feltri

Così nei pomeriggi passati a inventare giochi, storie, forme, e colorare album, Lidia comincia a pensare che forse potrebbe essere il momento giusto di cominciare una nuova avventura e rimettersi in gioco. Quei pomeriggi passati a giocare e a conoscere materiali nuovi come il feltro, le danno la giusta ispirazione per il suo nuovo progetto che da li poco prende vita. Con i suoi bambini ha imparato ad usare il feltro in mille modi e complice un bagaglio culturale fatto da un papà tuttofare e una mamma creativa a tutto tondo. Il primo prototipo viene creato nel giro di poco tempo e in quel preciso istante nasce LEFRAC. Lidia passo dopo passo con delle semplici forbici da taglio e la macchina da cucire della nonna, crea i primi modelli, all’inizio per parenti e amici e successivamente per il pubblico mettendoli in vendita. Da subito ha capito le potenzialità della sua idea e delle sue borse in feltro, con il quale è stato amore a prima vista. Riesce così a farsi conoscere e identificare, e a far capire l’anima nobile di questo materiale,  composto da lana, con il quale è possibile creare accessori dall’alto valore estetico. LEFRAC ha una forte identità, uno stile riconoscibile, un prodotto Made in Italy molto bello e soprattutto di alta qualità.

DSCF6005

Lidia durante la preparazione dei cartamodelli

Ovviamente la sfida è stata quella di far apprezzare il feltro da sempre ritenuto un materiale povero, renderlo elegante, semplice e ovviamente alla moda. Lidia ha allestito un laboratorio sotto casa sua, e da li si occupa praticamente di tutto. Inanzitutto della ricerca dei materiali dei feltri alti, bassi, dei colori. La progettazione viene fatta esclusivamente da lei, dopo un attenta ricerca delle forme e del design da seguire, cercando ispirazione da tutto ciò che la circonda, e ovviamente la produzione è tutta nelle sue mani, disegna progetta taglia cuce e si occupa della vendita e ne cura al minimo ogni singolo dettaglio.

006

Borsa shopper

004

Borsa 02

001

Particolari

Le produzioni Lefrac sono minimaliste, essenziali, rispecchiano in pieno la semplicità dei materiali. Sono collezioni genuine, lineari, moderne nei tagli e uniche nel loro genere. Sono accessori da indossare tutti giorni, hanno un anima è un carattere molto definito. Sono avvolgenti. Sono collezioni per chi non si arrende per chi ha il coraggio di mettersi nuovamente in gioco e di inseguire i propri sogni, a chi è capace di trasformarsi e prendere nuove forme. Come il feltro, duttile ma forte, capace di adattarsi ad una seconda vita con la morbidezza intrinseca della lana. Tutto questo è Lefrac tutto questo è Lidia con la sua famiglia. Brava Lidia in bocca al lupo!

003

Borsa 03

Potete seguire Lidia su fb:

https://www.facebook.com/LefracDesignInFeltro/?fref=ts

Se volete acquistare lo potete fare direttamente sul suo e-commerce:

https://www.etsy.com/shop/Lefrac?ref=hdr_shop_menu

Se volete collaborare con il blog e raccontare la vostra attività potete contattarmi sulla pagina fb:

https://www.facebook.com/pages/Ghirigoro-BLOG-Il-Made-In-Italy-è-di-Moda/779422408810547?fref=ts

Oppure alle mail:

ghirigoro17@gmail.com – giovanna.bronico@libero.it

Se volete seguire Ghirigoro e acquistare contattatemi qui:

https://www.facebook.com/madeinitaly017

Giovanna Bronico – Autrice Blog

http://www.giovannabronico.com/

 

Immagine

Quando eco-sostenibile diventa moda e fashion? Vi racconto la storia di Marta e delle sue borse in legno OOD.

17 Mar

Quando la moda può veramente definirsi eco-sostenibile? Essere riconosciuta veramente cruelty free, nel rispetto di animali ambiente e lavoro? Ultimamente la tendenza a mettere Bio davanti ad ogni tipo di prodotto, sta diventando frequente, ma poi in verità quanto bio c’è in ogni prodotto e in ogni processo di lavorazione? Ho l’immenso piacere di raccontarvi la storia di Marta e della sua azienda che utilizza il legno per produrre borse e accessori alla moda. Marta Antonelli, romana e anima vegetariana, diplomata allo IED in Fashion shoes and Accesoires, ha messo su la sua azienda per dare vita a collezioni di borse e accessori del tutto naturali. L’idea di lavorare con materiali come la pelle e cose similari, andava contro ogni suo principio, mentre la voglia di dare vita ad un brand totalmente eco-sostenibile invadeva la sua mente. Così 4 anni fa insieme al padre ha creato e brevettato Ligneah, un materiale composto da un sottile strato di legno accoppiato al cotone, ponendo così le basi di questa bellissima realtà. Ci sono voluti circa sei mesi di progettazione per ottimizzare il lavoro e arrivare al prototipo definitivo che viene usato attualmente.

10001159_678511335544966_1775217600_o

Marta e il suo Papà insieme hanno fondato la loro azienda

E cosi dopo la laurea e grazie ad ad una fiera del settore nella moda eco-sostenibile a Milano ‘ So Critical so Fashion’,  Marta presenta la sua prima collezione che da subito riscontra un notevole successo di pubblico e di critica, e che  confermato immediatamente l’eccezionalità dell’idea dimostrandosi vincente.
Nel giro di breve tempo la sua azienda prende più sostanza e prende sempre di più il volto di Marta e ne rappresenta la sua etica, il suo rispetto incondizionato verso l’ambiente e verso gli animali, rappresenta la sua speranza che questo mondo possa migliorare e che  tutti i suoi sogni si possano avverare. I prodotti oltre ad essere totalmente cruelty free, hanno la certificazione Animal free dalla LAV, quindi privo di materiali di origine animale, è totalmente sostenibile e inoltre da poco hanno ottenuto la certificazione FSC ovvero Il marchio del Forest Stewardship Council (FSC) indica che il legno impiegato per fabbricare un prodotto certificato proviene da una foresta correttamente gestita secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. Proprio per avere zero impatto sul territorio hanno stretto un accordo con Tree Nation dove per ogni prodotto venduto, pianteranno un albero nella nostra foresta, in Dosso Niger. Considerando che per realizzare 400 borse utilizzano un albero e ne ripiantiamo 400 , immettono nell’ambiente il 400% in più di alberi. E a definire tutto è che ogni prodotto è completamente bio degradabile.

OOD_008

12030487_997178943678202_2494617355837408593_o

12189958_1013508315378598_1837564359302595730_n

10854244_836169863112445_991782514047427369_o

12248050_1024959290900167_4533910335203328716_o

Tutto viene fatto internamente, Marta ha un’equipe di cui si fida ampiamente che si occupa di fare ricerca, sperimentazione attraverso dei macchinari studiati appositamente per questo tipo di lavorazione. La produzione è in continua crescita e le competenze acquistate dalle singole risorse, sono per Marta la certezza che il lavoro svolto sia un ottimo lavoro, oltre ad essere la garanzia della qualità dei suoi prodotti. Tutti gli accessori prodotti sono frutto di lavorazioni autentiche, artigiane, eseguite con massima precisione e scrupolo, rispettando tutti gli standard e  le caratteristiche di un prodotto eseguito a mano con passione e rispetto per il lavoro stesso. Sono ovviamente collezione inimitabili e di grande impatto. Ovviamente a supervisionare tutto ha il suo papà che oltre ad essere un valido supporto e sopratutto la sua spalla destra ed è ovviamente l’uomo di fiducia. Marta lavora sia per la sua linea OOD,che per conto terzi, e sviluppa prototipi a seconda della richiesta dei clienti. In produzione ha la sua nuova collezione molto più accattivante e vincente. Il pezzo forte è la shopper  Atlantea, unica nel suo genere, naturalmente bella ed elegante come tutti i suoi accessori. Essenziale ma ricca di emozioni. Sono prodotti che ti fanno sentire libera di indossarli e in pace con la propria anima e con il mondo che ci circonda, e allo tesso tempo non ti fanno rinunciare all’essere di tendenza. Sono dei piccoli gioielli nati dall’ingegno, dal coraggio e dal rispetto per l’ambiente di Marta. Io me ne sono innamorata e ringrazio Marta per questo piccolo contributo e le faccio il mio in bocca al lupo personale!

11214714_1012618872134209_313655698996196664_n

Potete seguire Marta su fb:

https://www.facebook.com/Ligneah

Se volete acquisatre lo potete fare direttamente sul suo e-commerce:

http://www.ood-italy.it/

Se volete collaborare con il blog e raccontare la vostra attività potete contattarmi sulla pagina fb:

https://www.facebook.com/pages/Ghirigoro-BLOG-Il-Made-In-Italy-è-di-Moda/779422408810547?fref=ts

Oppure alle mail:

ghirigoro17@gmail.com – giovanna.bronico@libero.it

Se volete seguire Ghirigoro e acquistare contattatemi qui:

https://www.facebook.com/madeinitaly017

Giovanna Bronico – Autrice Blog

http://www.giovannabronico.com/

 

 

Immagine

Quando la stampa diventa una questione di stile. Vi racconto la storia di Daniela e delle sue Danilla Bag.

4 Mar

Che le borse attualmente possano essere considerate i nuovi gioielli di una donna, credo di poterlo affermare con estrema sicurezza, ma sono anche 
il filo conduttore che lega Daniela Monasterio, una laurea in architettura, alle tavole di linoleum. Sono esattamente questi fattori che le hanno permesso  di dare vita alla sua linea originalissima di borse e pochette, stampate artigianalmente e prodotte in un piccolo laboratorio in Abruzzo. L’ idea è arrivata per la necessità di distinguersi dalla massa e di dare un’ impronta estremamente personale ad un prodotto che l’avrebbe dovuta rappresentare fin dal primo sguardo. Così dopo aver eseguito la laurea in architettura e dopo una vasta ricerca sulle tecniche di stampa tradizionali, ha trovato in Romagna la stampa a ruggine, su stoffa con blocchi in legno intagliati a mano. Ovviamente quando possiedi un’ attitudine all’estro creativo non riesci a fermarti alla prima scoperta ma si è già affamati di nuovi tentativi e di nuove cose. Così Daniela continua il suo percorso formativo nel mondo della stampa e prova con la xilografia, atra tecnica di stampa, molto antica che consiste nell’incisione di immagini su tavole di legno o linoleum, in pratica una produzione in serie di determinati soggetti. E ovviamente provando le varie tecniche, miscelandole tra di loro, sbagliando e ricominciando da capo Daniela ha trovato il suo stile. Originalissimo.

12694865_10153937348792302_1748812593105947996_o

Daniela Monasterio – Pescara

studio disegni danillabag

Progettazione incisione

La voglia era quella di riuscire a realizzare delle borse con tessuti prodotti e stampati da lei, quindi tessuti e colori ecologici, che ritraessero una delle cose di cui è più appassionata. La natura. Così comincia a studiare una serie di motivi vegetali che richiamassero fiori, petali, foglie, steli e tutto ciò che potesse appartenere a questo mondo. Nasce cosi ufficialmente la linea di borse Danilla Bag, dove lei cura ogni singolo dettaglio dalla ricerca dei tessuti italiani che spesso sono quelli da tappezzeria, alla scelta dei motivi da incidere e stampare. Originale nell’estetica nella sostanza e nell’anima. Le collezioni di Daniela sono collezioni che hanno uno stile inconfondibile, stilose, perfette nella loro semplicità, autentiche nei materiali. Sono lineari, che racchiudono alla perfezione tutto il suo mondo, le sue passioni la sua storia e la capacità di far diventare una stampa un marchio identificativo del proprio prodotto.

12377532_10153842976217302_2639326762566240607_o

Prima fase dell’ incisione

12471923_10153871985447302_7889300137544297585_o

Disegni motivi naturali

prove di stampa danillabag

Risultato finale

Le borse e le pochette sono armonicamente inserite nel quotidiano caotico di una donna, sono leggere, pratiche, ecosostenibili di impatto e comode tanto da poterci racchiudere dentro la propria vita e i propri segreti senza che nessuno se ne accorga e portarseli in giro ben custoditi. Ogni borsa e ogni singola produzione ha dietro di se diversi passaggi che le hanno permesso di essere portata addosso con disinvoltura, dietro ci sono ore di incisione di tavole di linoleum, fatto rigorosamente a mano, giorni di asciugatura dei colori e tempo per assemblare ogni singola azione, oltre allo studio e alla progettazione delle forme e dei modelli.

11220766_10153785886332302_3246877874937748402_o

Pannelli di tessuti stampati

11882835_10153575586952302_3414644823445635750_o

Fase di asciugatura

11351182_10153405224707302_7839005952220285694_n

La creazione di un pattern

Daniela con poco è riuscita a far combaciare forme, spazi, colori in un modo del tutto naturale e che fino a quel momento si ignoravano. Tutto questo è la grande forza di questo architetto/designer, anche se a lei non piace definirsi tale, di origine Abruzzese, mamma a tempo pieno che nonostante i grandi sacrifici investe ancora in questo territorio facendosi ispirare ogni giorno. Ovviamente non è sempre tutto facile ma con la determinazione si superano muri altissimi. Brava Daniela E In Bocca al lupo!

pochette felce danillabagpochette pizzo danilla bag12314170_10153795223927302_6289835214590271901_o12698425_10153952405052302_6944998778685101277_oziptotebag giardini grigia danillabag12193686_10153720349047302_7698795428905109173_n

Potete seguire Daniela sulle pagine fb:

www.facebook.com/danillabag

Su Instagram:

www.instagram.com/danillabag

oppure per acquistare direttamente su:

www.danillabag.it

 

Se volete collaborare con il blog e raccontare la vostra attività potete contattarmi sulla pagina fb:

https://www.facebook.com/pages/Ghirigoro-BLOG-Il-Made-In-Italy-è-di-Moda/779422408810547?fref=ts

Oppure alle mail:

ghirigoro17@gmail.com – giovanna.bronico@libero.it

Se volete seguire Ghirigoro e acquistare contattatemi qui:

https://www.facebook.com/madeinitaly017

Giovanna Bronico – Autrice Blog

http://www.giovannabronico.com/

Immagine

Quando è la fantasia a prendere forma. Vi racconto la storia di Jo(vanna) handmade design.

19 Feb

Saltellando qua e la su vari social, e cercando sempre delle belle realtà da raccontare e condividere sono piacevolmente inciampata nelle creazioni della camaleontica Giovanna Monfeli . Così non ho resistito e l’ho disturbata sapendo di fare cosa buona e giusta. Di origine Romana portatrice sana di creatività e originalità da vendere, abbiamo scambiato quattro chiacchiere e mi ha raccontato la sua bellissima storia. Cresciuta tra una nonna sarta e un papà tuttofare nel corso della sua giovane vita ha acquisito le basi per il saper fare e il saper creare oggetti di design per la casa e accessori per rendere perfetta la stanza dei bambini. Per rendere più solide le sue attitudini, (perché nelle cose non mi stancherò mai di ripeterlo non ci si improvvisa, ma si deve studiare tanto!) ha frequentato un corso di grafica e fotografia che l’hanno aiutata a incorniciare una predisposizione nel processo creativo. Perché, per Giovanna “l’ ispirazione è un sentimento, un eccitazione della mente e della fantasia”, un po’ come l’energia che non si crea ne si distrugge ma va solo canalizzata per darle la giusta forma e sostanza. Così nasce la linea di prodotti “Jo handmade design”, originale Made in Italy, con una ricerca costante e una sperimentazione sui materiali continua e unica nel suo genere.

10697131_542984159168930_109623219157952865_o

Giovanna Monfeli – Jo handmade design

12241778_733671920100152_3541213363984477222_n

Le mani al lavoro di Giovanna

10685330_545444565589556_5677149403407144714_n

Giovanna nel suo laboratorio e il suo tavolo da lavoro

Dalla nonna ha appreso il sapere cucire e mettere insieme i pezzi, dal papà ha capito che un chiodo può essere un grande supporto e che le due cose messe insieme per quanto diverse tra loro, possono funzionare alla perfezione dando vita ai suoi sogni.
Prepara tutorial di cucito per chi vuole esprimere la propria creatività, imparando a realizzare alcuni dei suoi progetti, e ci riesce in un modo a tutto tondo, mettendo a disposizione le proprie tecniche.

11220805_683035775163767_6005586490299357381_n

Mongolfiera ralizzata per la stanza dei bambini.

11695002_684667958333882_6230247559775743527_n

Particolare mongolfiera

12628374_763147300485947_1842618187518166658_o

Tutorial per la realizzazione della mongolfiera

11951419_758821097585234_731188933271573730_o

 

Ogni singolo pezzo delle sue produzioni è caratterizzato dalla perfezione, dalla scrupolosità dell’eccellente lavorazione. Ogni minimo dettaglio dalla scelta dei materiali alle forme realizzate, sono contraddistinte dalla pulizia di un lavoro eseguito con attenzione e con precisione. Io personalmente adoro le sue mongolfiere che oltre ad essere belle sono forse il prodotto che più la caratterizzano. Hanno personalità, forza, sono magiche, da far impazzire non solo i più piccoli, ma da attirare a se anche noi grandi. Giovanna è un po’ una nuvola, prende forma dalle situazione,  e da ciò con cui si alimenta, si dissolve e si ricompaitta, e tutto questo con leggerezza e con naturalità ma con forza e tenacia.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tutte queste caratteristiche l’ hanno portata a mettere al primo posto il proprio lavoro e il suo progetto, alimentato dalla passione e dalla vogla di reinventarsi ogni volta. Anche se l’ Italia attualmente non rappresenta per lei un punto di partenza, per tutte le problematiche che ci sono attualmente, rimane sicuramente un’ ottima base creativa e come ogni artista che si rispetta da quest’ Italia le arrivano le migliori ispirazioni. “Jo handmade design” è una linea genuina, pulita, che piace subito ed è il risultato perfetto tra fantasia e metodo. Giovanna Continua così e In bocca al lupo.

Potete seguire Giovanna sulla sua pagina Fb:

https://www.facebook.com/JoHandmadeDesign/?fref=ts

oppure se siete interessati ad acquistare :

http://www.etsy.com/shop/JoHandmadeDesign

 

 

Se volete collaborare con il blog e raccontare la vostra attività potete contattarmi sulla pagina fb:

https://www.facebook.com/pages/Ghirigoro-BLOG-Il-Made-In-Italy-è-di-Moda/779422408810547?fref=ts

Oppure alle mail:

ghirigoro17@gmail.com – giovanna.bronico@libero.it

Se volete seguire Ghirigoro e acquistare contattatemi qui:

https://www.facebook.com/madeinitaly017

Giovanna Bronico – Autrice Blog

http://www.giovannabronico.com/

Testa o croce? Ve lo dice Chiara Sciortino!

2 Apr

Ricominciamo con un bel post dedicato ad una ragazza veramente ingamba e che mi ha colpito in modo particolare per la sua forza d’animo. Oggi vi racconto con molto piacere la storia di Chiara Sciortino Orafa e mamma a tempo pieno.
Ho sempre subito il fascino dei metalli e la loro forza, mi ha sempre incuriosito come potesse venirne fuori un gioiello da poter portare addosso che attirasse l’attenzione.
Sul web ho trovato Chiara e mi ha letteralmente coinvolto in questo. Siciliana doc 28 anni con la forza di una tigre anche quando la sorte ti volta le spalle. Laureata e con un esperienza alle spalle di operatore socio culturale sempre attenta alle tante situazione che la sua terra le pone ogni giorno, e sempre in bilico sul fare le valige oppure rimanere. E si perché in questo periodo ci vuole più coraggio a restare invece che partire. Chiara ha sempre avuto una buona predisposizione creativa, creava oggetti e borse con materiale di reciclo, sempre con un occhio di riguardo verso l’ambiente, e offriva corsi per il riciclo creativo. La svolta avviene dopo una piccola vacanza a Stromboli, dove girovagando con i suoi amici viene catturata dalla bellezza di un ciondolo che l’attrae a tal punto che comincia a maturare la volontà di voler lavorare con i metalli e creare gioielli.

10410273_269775916563179_3763162277537552503_n

Chiara Sciortino a lavoro

io-e-le-monete

Chira mentre sceglie le sue monete.

Fino a qui sembrerebbe tutto normale. Quando torna nella sua città comincia subito la ricerca di uno studio e si reca presso l’unico orafo della sua zona e con estrema umiltà, qualità che adoro di questa ragazza, comincia come apprendista a lavorare nella bottega. Chiara è letteralmente travolta da questa attività e rimane li per circa tre anni dove studia e apprende tante tecniche di lavorazione, impara a conoscere le materie prime, le temperature, i pregi e i difetti di ogni singolo metallo, impara a plasmarli a sua volontà creando oggetti meravigliosi, che la rappresentano in pieno, che rappresentano la sua personalità e la sua resistenza alla vita. Sono gioielli forgiati sulla sua anima. Chiara piano piano trova la sua forma e la sua strada, fino a quando un giorno un amico le commissiona di creare un gioiello da regalare. E qui scoppia la scintilla tra Chiara e le monete. Comincia a cercare una soluzione piu economica e pensa ai gettoni che le piacciono tantissimo. Hanno disegni belli sulle facce, e pensa che invece di fonderli vadano lavorati mantenendone forma e disegni, ma adattandola per un un anello.

Chiara-Sciortino-005-1

Chiara-Sciortino-004

Da qui Chiara comincia a creare i suoi gioielli con le monete e da vita ad una mini collezione “metalli umili”. Lavora tutti i tipi di moneta e le adatta ai diversi design. Metalli umili perché le monete sono fatte spesso di rame, e Chiara riesce a dare pregio e valore, e lo fa con un lavoro unico, certosino riportando alla luce la figura della moneta antica oggi deprezzata, ma che un tempo era un vero e proprio mezzo di scambio.

Chiara-Sciortino-003-300x300

1957993_668367039888529_195885516_n

200-lire-anello-880-pixel-300x300

IMG_2851-605-pixel

mmm-scritte-880-pixel

10lire

Chiara ricerca personalmente le monete e le studia, cercando di capire come deve essere rivalorizzata e come adattarla ad una seconda vita.  Ne esalta i disegni e sopratutto la storia e mantiene l’unicità di ogni singolo pezzo. Le accarezza ed è come se sapesse in quali mani siano state e tutta la strada che hanno fatto per trovarsi da lei, per essere vestite di una nuova vita e per andare da altre persone. Sa abilmente unire il passato con un design moderno e accattivante che difficilmente lascia indifferente. Se avete monete da scambiare fatele sapere perché lei ne è in contuina ricerca. Brava Chiara e in bocca al lupo!

Eco-Made in Italy SCARTOFF vi insegna come farlo!

3 Apr

Sono 3 Designer e creativi, come il numero perfetto, sono giovani, con un forte rispetto per l’ambiente e una grande sensibilità per il riuso delle cose, e hanno tantissime idee originali, e fanno impresa nella loro città natale, Barletta. Questa volta vi parlo con orgoglio di  Antonella Semeraro, 29 anni, laureata in Editoria Giornalismo e Comunicazione multimediale presso La Sapienza di Roma, Michelina Rociola, 30 anni, laureata in Scenografia e Costume presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, con master in Eco-design ed Eco-innovazione e Riccardo Di Chio, 29 anni, laureato in Ingegneria ambientale e del territorio presso Il Politecnico di Bari, che con le rispettive lauree sulle spalle, hanno iniziato così un percorso alternativo per creare lavoro e prodotti Made in Italy, mettendo su un laboratorio officina che prende il nome di ScartOff.

Immagine

Antonella Michelina e Riccardo

Sempre con un occhio di riguardo per l’ambiente, perché come ha tenuto a precisarmi Michelina durante il nostro colloquio, fino a prova contraria è la terra che ci ospita gentilmente, ed è proprio con questo spirito che nasce ScartOff, che mi ha letteralmente incuriosito all’inizio,  sorpreso e affascinata in seguito. Si sono conosciuti da amicizie comuni locali e si sono semplicemente trovati per tutti gli ideali che condividono sull’ambiente e per la grande creatività che li accomuna. Nonostante vengono da esperienze lavorative autonome diverse, hanno trovato il modo di lavorare insieme creando una forte sinergia e una grande complicità.
La scelta precisa di far nascere ScartOff non come associazione ma come azienda locale, è il tocco in più  e quel valore aggiunto che io cerco e voglio far conoscere. I Ragazzi hanno presentato il loro progetto per un bando della regione Puglia e dopo aver vinto classificandosi tra i primi posti per originalità ed ecosostenibilità con il loro progetto, hanno così preso in gestione un ex maglificio a Barletta e adibito a laboratorio, uffici e spazio espositivo.

Immagine

Immagine

Laboratorio ScartOff

ScartOff  trasforma materiale di scarto in oggetti di altissimo design e lo fa appoggiandosi a tutte le aziende locali e a privati, che ovviamente hanno sposato in  pieno la loro filosofia del riuso artigianale, che donano in modo gratuito materiale destinato allo scarto. Non hanno limite di recupero ovvero prendono dal ferro alla plastica passando per tessuti e carta, purché sia tutto lavorabile. Ogni singolo pezzo “regalato” viene accuratamente esaminato e valutato per eventuali lavori. Ovviamente non tutto si presta per essere riutilizzato. I Designer di Scart Off si occupano personalmente della selezione e della lavorazione del materiale e curano loro stessi tutti i passaggi e la burocrazia necessaria per fare questo. ScartOff è strutturato in modo molto semplice. E’ una bottega artigianale, ma lavora abilmente materiale di seconda mano.  Hanno saputo unire con estrema sensibilità, gusto, manualità, conoscenza dei materiali, e una bravura eccezionale, l’arte di essere artigiani con il riutilizzo dei materiali. Ogni pezzo è ovviamente unico e originalissimo ma sopratutto ecosostenibile. Il design è estremamente moderno e pulito. Sono oggetti che nascono semplicemente dal riutilizzo e da tutti quei materiali che  si prestano per essere lavorati e avere una nuova vita! Ogni pezzo ha sicuramente una storia singolare alle spalle e non ci sono ripetizzioni. La particolarità appunto è data proprio da questo, oltre al fatto che ogni pezzo subisce delle lavorazioni personalizzate che cambiano in base ai materiali e in base alla forma, e di conseguenza crea unicità. Ogni pezzo è autoprodotto da loro fatto a mano e sopratutto Made in Italy.

Immagine

 

Immagine

Immagine

 

Immagine

Eco-Design ScartOff

In periodi come questo dove l’ambiente sta uscendo devastato dall’orribile comportamento degli uomini, che non hanno mai smesso di mettere il denaro di fronte a ogni cosa, credo veramente che va riconosciuto a Michelina, Antonella e Riccardo, il merito e la volontà di lavorare mettendo al primo posto il benessere della nostra terra, creando lavori e prodotti qui in Italia salvaguardando l’ambiente dove vivono e cercando quanto più nelle loro forze di sensibilizzare le persone e le aziende su questo argomento. Io li ringrazio per aver scelto il mio blog ,e per avermi fatto capire come anche un copertone di una ruota possa essere tranquillamente riutilizzato con stile. Sempre a Barletta Organizzano work Shop per adulti e bambini dove insegnano personalmente il riuso artigianale. Vi invito a seguirli e a visitare il loro sito che a breve avrà anche il suo e-commerce all’interno.
In Bocca al lupo ragazzi!!

Potete seguire ScartOff e tutti i loro progetti sulla pagina Fb:

https://www.facebook.com/scartoff

Per Info e acquisti contattate:

scartoffbarletta@gmail.com

Il sito è in allestimento appena sarà on line verrà pubblicato!